♡ -10% iscrivendoti alla Newsletter

Emozioni e Pelle

Cosa sono le Emozioni ? Come possono influire sulla nostra Pelle ?

Le nostre emozioni parlano di noi attraverso la nostra pelle, anche se non vogliamo anche se alle volte non ce ne accorgiamo, esse si manifestano agli altri proprio attraverso il nostro corpo. Spesso sono passeggere come l’imbarazzo che fa arrossire le nostre guance, oppure la pelle d’oca quando qualcosa ci spaventa. Altre invece possono avere radici molto profonde nel nostro inconscio e la nostra pelle ci mostra le emozioni che cerchiamo di nascondere.

Le emozioni sono il segnale che vi è stato un cambiamento, all’interno del nostro mondo interiore o esteriore, che percepiamo come significativo.

Questi cambiamenti spesso affiorano sull’organo che più di tutti funge da filtro, da barriera, da difesa, da contenimento….La nostra Pelle!


Vivere periodi di forte stress o di profonda tristezza si ripercuote sulla nostra pelle che apparirà spenta, secca e disidrata. Quando invece stiamo bene la nostra pelle apparirà luminosa ed armoniosa.

Quando il nostro fegato risulta appesantito dall’eccessivo accumulo di bilirubina che non viene smaltita come si deve, la nostra pelle di tutta risposta apparirà di un colorito giallastro e spento, segnale di allarme che qualcosa non funziona come dovrebbe. Questo è un chiaro esempio di come il nostro mondo interiore sia fisiologico che emotivo si rifletta sulla nostra pelle.

Un legame a filo doppio quello tra emozioni e pelle

La nostra pelle è l’organo che più di tutti ci contiene, ci protegge dal mondo esterno e tiene al sicuro il nostro mondo interiore.

Quando il suo stato di salute viene alterato da ciò che è in conflitto dentro di noi possono manifestarsi o aggravarsi malattie dermatologiche. Si rende dunque necessario intervenire per lenire i sintomi attraverso l’uso di creme, sieri, maschere, pulizie del viso e trattamenti specifici.

So bene quanto sia difficile mostrarsi agli altri quando ci si sente vulnerabili, ed è proprio in questi momenti in cui veniamo più facilmente feriti dal cinismo della società volta all’immagine e alla finta perfezione. La perfezione non esiste e non esiste nessuno che possa rientrare nei canoni in cui soprattutto i media cercano di categorizzarci. Tutti nessuno escluso convive con difetti fisici e problematiche fisiologiche, sta a noi mostrarsi fieri e sicuri di chi siamo.

Ricordatevi che non siete quel volto ferito dall’acne, non siete quelle chiome afflitte da alopecia, non siete quella pelle secca e dolorante. Siete molto di più, non lasciatevi confinare in nessun stereotipo o categoria.

Piuttosto trovate la forza di prendetevi cura dei vostri sintomi seguendo i trattamenti che più si adattano alle vostre esigenze, non trascuratevi ma ascoltatevi.

Se i disturbi dermatologici sono gravi e persistenti farsi seguire da un buon dermatologo è di grande aiuto ma certamente potrà rendersi utile andare a fondo, ricercando le radici di questi disturbi per aiutare a lenire non solo i sintomi ma anche ciò che ci affligge dentro e che la nostra pelle cerca di dirci.

Quando questi disturbi sono lievi e spesso dovuti a dei momenti di stress e tensione potrebbe bastare prendersi del tempo da dedicare a noi stessi, che si tratti di trattamenti di bellezza, di massaggi, di cambiare colore e taglio di capelli, di fare un po’ di shopping o andare in palestra.

Per cercare di trovare le risposte ai perché che affliggono la nostra anima può essere di aiuto fare lunghe passeggiate immerse nella natura, praticare yoga o pilates, meditare e imparare tecniche di respirazione.

Ma per alcuni può essere necessario invece cercare delle valvole di sfogo come praticare sport più vigorosi come corsa, nuoto, andare in bici. Ma non solo per altri ancora può essere di aiuto dedicarsi alla cultura, alla musica alla convivialità.

Insomma cercate quello che si allinea maggiormente con i vostri desideri e praticatelo cercando di ritornare in una fase di equilibrio interiore. Certamente questo potrà aiutare le vostre alterazioni psicosomatiche ad apparire meno violente e lentamente ad attenuarsi.

Disturbi psicosomatici e cause

La manifestazione di malattie psicosomatiche sono spesso dovute ad una multifattorialità di elementi che vanno a sommarsi. La comparsa o l’aggravarsi di malattie psicosomatiche come: colite, disturbi dell’alimentazione, insonnia, orticaria anallergica, herpes, psoriasi, vitiligine, prurito patologico, alopecia aerata, acne volgare ed escoriata, iperidrosi, possono avere come concausa disagio psicologico o stress emotivo.

Questi disturbi così violentemente esposti alla vista degli altri, anche se non sono una minaccia per la nostra salute, generano in noi profondo disagio e dolore emotivo. Perdere i capelli, avere segni visibili dell’acne sul volto, oppure eccessiva sudorazione creano non poca tensione emotiva in chi è costretto a conviverci e a mostrarsi ad un mondo sempre poco attento alla sensibilità dell’altro.

Come possono le emozioni essere concausa di malattie psicosomatiche?

Cefalee, problemi gastrointestinali, alimentari, cardiovascolari, respiratori, disturbi dermatologici subiscono dalla componente psicosomatica un fattore di rischio che vede queste problematiche amplificarsi.

Grazie alla scienza ormai sappiamo che le emozioni influenzano le nostre difese immunitarie, i processi infiammatori, l’equilibrio elettrolitico ed ormonale. Andando ad aggravare tutti quei casi dove sono già presenti ansia e depressione.

Tutto quanto quello che avviene dentro di noi, ciò che proviamo, che sentiamo, che pensiamo viene elaborato e gestito dalla nostra mente per trasformarlo in qualcosa capace di seguire le regole del ragionamento per poi poterlo esprimere con la parola, il corpo.

Le emozioni di dolore, le sensazioni spiacevoli che provocano in noi disagio vengono esclusi da questa elaborazione della mente perché troppo dolorosi per essere accettati. Questo fa sì che ciò che non esprimiamo non passi nello stato successivo di elaborazione e poi trasformazione ma rimanga lì in qualche parte di noi senza avere la possibilità di uscire fuori. Da qui spesso scaturiscono comportamenti aggressivi o autolesionistici e molto più facilmente manifestazioni somatiche.

emozioni-sulla-pelle

Cosa accade dunque alle nostre emozioni?

Quando emozioni negative e stressanti non ricevono la giusta attenzione e si cerca di fare di tutto per non “Vederle”, esse trovano il modo di manifestarsi seguendo altri percorsi.

Inutile nascondere a noi stessi di provare rabbia, paura o tristezza, insoddisfazione o insicurezza sono emozioni che esistono e fanno parte di noi. Vederle cioè accettare che siano emozioni che proviamo tutti non ci rende schiavi di esse ma semplicemente le colloca nella giusta posizione.. Esse esistono e coesistono dentro di noi insieme a gioia, felicità, serenità, soddisfazione, sicurezza etc.

Ciò che non elaboriamo sul piano emotivo e poi mentale viene spostato sul nostro corpo…cioè viene somatizzato.

Quante volte abbiamo sentito i crampi allo stomaco dopo un’emozione forte di ansia, paura, rabbia? Quante volte abbiamo perso l’appetito per una profonda tristezza? Queste sono solo il preludio di ciò che se non affrontato può portare alla manifestazione o all’aggravamento di disturbi come colite o problematiche alimentari.

Accumulare sentimenti negativi come rancore, odio, rabbia, invidia non aiutano il nostro corpo e la nostra mente a stare bene. Anzi rimangono imprigionati dentro di noi portandoci verso un circolo vizioso da cui poi risulta difficile uscirne, se non prendendo consapevolezza di quanto queste emozioni siano dannose e lavorare su noi stessi per allontanarle.

Non ignoratevi ma ascoltatevi e soprattutto non vergognatevi di nulla! MAI!

Considerate i vostri disturbi psicosomatici come un grido di aiuto che il vostro corpo, la vostra mente e la vostra anima cercano di comunicarvi. Non avendo altro modo per farsi capire utilizzano il corpo per evidenziare ciò che non va.

Non abbiate timore a chiedere aiuto, rendersi conto che da soli non siamo i grado di risolvere le nostre problematiche è un atto di grande intelligenza e presa di coscienza. Per cui siate contenti di voi stessi e della vostra scelta di rivolgervi a personale qualificato.

Riconoscere le nostre emozioni, elaborarle, accettarle ed imparare a gestirle è il primo passo per ritrovare dentro di noi la serenità necessaria per superare qualsiasi situazione.

Be the first to comment “Emozioni e Pelle”